Mostre | Page 7 | Palazzo Madama

Guest post: L'esperienza di internship di Elena

Da poche settimane ho finito la mia prima esperienza di lavoro in un museo, iniziata grazie alla borsa di ricerca “Master dei Talenti della Società Civile” della Fondazione Giovanni Goria di Asti. Il momento per muovere i primi passi in questo ambiente, tanto affascinante quanto complesso, non poteva essere più propizio: 2011, 150° dell’Unità d’Italia, Torino, Palazzo Madama, ricostruzione del primo Senato del Regno.

Lino, Lana, Seta, Oro

La storia del ricamo rivive nel mezzo dell’estate a Palazzo Madama: dai ricami sacri medievali agli abiti danzanti degli anni Venti.

Ricami in seta, in lino bianco o in lana colorata arricchiti da materiali preziosi, quali oro, argento, coralli, perle, perline in vetro, paillettes metalliche o di gelatina, decorano pettorine e borsette femminili, corpetti a trapunto, marsine, gilet, copricapo da uomo.

Oltre sessanta pezzi della collezione di Palazzo Madama sono esposti in Sala Atelier dal 29 luglio al 16 novembre 2015.

In mostra anche un abito baiadera di Gianfranco Ferré totalmente ricamato in cristalli Swarovski e canottiglie.

 

Time Table

Una mostra sul tema della tavola imbandita attraverso i secoli, un viaggio nel tempo alla scoperta della convivialità, dei riti sociali e dei piccoli grandi momenti della vita quotidiana.

Dalla tavola di Re Artù a oggi, la mostra evoca, a partire dal gioco di parole del titolo, il tempo e lo spazio della condivisione che nelle società occidentali è rappresentato dalla tavola imbandita.
Il percorso è articolato in sei tavoli principali su cui si dispongono gli oggetti ideati e creati in ogni tempo da artisti e artigiani per accompagnare i riti della convivialità: dalle umili ciotole graffite del Medioevo, alle sofisticate allegorie dipinte della maiolica rinascimentale, fino al trionfo della porcellana e al colorato design della tavola borghese del Novecento.
Piatti, tazze, zuppiere, fiasche, bottiglie, bicchieri, ma anche gallerie di manufatti meno noti, come i rinfrescatoi e il vasellame “a sorpresa”, o quelli destinati alla “sacra mensa”, dove si celebra il rito della rigenerazione dell’anima.
Accanto alle stoviglie, sui “tavolini di servizio” altre opere evocano aspetti della vita quotidiana di ogni tempo, momenti particolari e diversi da quelli legati al cibo: strumenti musicali, giochi di società, abiti, elementi di arredo e, sempre presente, un orologio che scandisce il flusso del tempo.
180 opere che appartengono in gran parte alle collezioni permanenti di arte decorativa di Palazzo Madama, proposte sul filo di un nuovo racconto che porta nel museo il sapore della vita vissuta in casa, intorno al fulcro simbolico della sua socialità: la tavola.

La cultura dello specchio. Stare insieme come le dita in una mano.

Mercoledì 11 marzo 2015 Palazzo Madama ha proposto nella Sala del Senato la conferenza “La cultura dello specchio. Stare insieme come le dita in una mano”, un momento di riflessione aperto a tutti gli interessati sul tema della pratica collaborativa, a cura del Gruppo di Studio sulla Pratica Collaborativa dei Dottori Commercialisti di Torino. La conferenza ha visto la partecipazione di oltre 360 persone.

IL MONDO IN UNA TAZZA Storie di porcellana

 "Tutto questo, che va prendendo forma e consistenza,

è uscito, città e giardini, dalla mia tazza di tè"

(Marcel Proust)

Palazzo Madama presenta un percorso dedicato alla storia della tazza, attingendo dalle ricche collezioni di arte decorativa conservate in museo.

I mondi di Primo Levi. Una strenua chiarezza

I MONDI DI PRIMO LEVI. Una strenua chiarezza

22 gennaio - 6 aprile 2015

Palazzo Madama, Corte Medievale

Torino rende omaggio, in uno sforzo corale e di grande impegno, a uno dei suoi figli migliori – Primo Levi – con una mostra allestita nella Corte Medievale di Palazzo Madama.

Proprio nel 2015 uscirà a New York l’edizione completa in inglese delle opere dello scrittore torinese, piena e definitiva consacrazione a livello internazionale di Levi, unico autore italiano contemporaneo ad avere avuto un tale riconoscimento.

Filippo Juvarra a Torino. Fantasia barocca

A 300 anni dal giuramento di Filippo Juvarra, nominato “Primo Architetto Civile” da Vittorio Amedeo II di Savoia il 15 dicembre 1714, Palazzo Madama ricorda il suo architetto con un emozionante spettacolo di proiezioni video e di suoni che ripercorre le tappe della sua carriera a Torino. 

AFFETTI PERSONALI

Inaugurazione a ingresso libero:

giovedì 4 dicembre 2014 ore 17.30


#Presepio

a cura di Guido Curto, Enrica Pagella

scenografia e allestimento Ugo Li Puma

Palazzo Madama e Accademia Albertina

 

Pittura, scultura, oggetti preziosi

Presepi napoletani con laboratorio

Lavori di oltre 50 artisti contemporanei

Women of Vision

25 ottobre 2014 – 11 gennaio 2015. Palazzo Madama, Corte Medievale.

Palazzo Madama avvia la partnership con National Geographic Italia: Women of Vision, 11 grandi fotografe per 99 fotografie.

Ci sono storie, a questo mondo, che possono raccontare solo le donne. Un po' perché ci sono società in cui è ancora radicata la separazione di genere. Un po' perche' solo gli occhi di una donna possono afferrare che cosa significhi essere sottoposti a forme tanto brutali di sopraffazione fisica e psicologica.

Pagine