L'esperienza di stage di Francesca | Palazzo Madama
Blog

L'esperienza di stage di Francesca

Lunedì, 23 Settembre, 2013

Dall’8 al 19 luglio ho svolto il mio stage estivo  a Palazzo Madama, grazie al Liceo socio psicopedagogico  “N. Rosa” di Susa che ha accolto e soddisfatto la mia richiesta di svolgere l’ esperienza formativa estiva in un museo. Questo stage è infatti un attività d’ orientamento e perciò mi è sembrato utile richiedere di poterla svolgere all’ interno di un ambito lavorativo come quello museale, in cui mi piacerebbe cimentarmi in futuro. Durante queste due settimane sono stata affiancata da Anna La Ferla, Responsabile dei Servizi Educativi della Fondazione Torino Musei che mi ha proposto di creare un progetto educativo

Prima di realizzarlo però, ho svolto una fase di conoscenza fisica del museo, dei vari tipi di linguaggi che usa  e del tipo di pubblico a cui si rivolge. Questo primo momento è stato molto utile poiché mi ha permesso di individuare un tema per il progetto, il linguaggio adeguato e soprattutto il tipo di pubblico a cui rivolgerlo. Inizialmente infatti, ero molto più orientata su un progetto da proporre ad una scuola ma poi, seguendo una guida in un’attività con dei bambini di un centro estivo, ho ritenuto che questo tipo di pubblico potesse essere più adatto anche perché, svolgendo un servizio parrocchiale, sono solita venire a contatto con questo tipo di bambini e  creare giochi e attività per loro. La seconda fase quindi è stata di progettazione delle attività da proporre ad un centro estivo in visita al Palazzo. Il progetto incentra la sua attenzione sulle modifiche strutturali subite dal Palazzo nelle varie epoche, che l’ hanno reso così come si presenta oggi, attraverso giochi e riflessioni che permetteranno ai bambini  di rivivere, con un tuffo nel passato,  tutti i cambiamenti del Palazzo. Per rendere più completo il progetto, Anna mi ha consigliato di pensare ed inserire anche un’ attività da far svolgere ai bambini durante il centro estivo, prima della visita, per suscitare in loro un po’ di curiosità e un’ altra da far svolgere loro  dopo, per verificare la buona riuscita della visita.

Questo stage mi ha permesso di scoprire che il museo offre altre attività, lontane dalla mera visita guidata, che ritengo siano in alcuni casi molto più formative e di potermi confrontare meglio con il mondo del lavoro, comprendendo forse che questo ambito lavorativo non sia quello più adatto a me. Ringrazio lo staff  che è stato sempre molto disponibile, Anna che mi ha seguito in quest’ esperienza e il Liceo socio psicopedagogico N. Rosa di Susa che mi ha offerto quest’ opportunità.