In visita con i bambini | Palazzo Madama
Famiglie

In visita con i bambini

Le Famiglie scoprono il museo

Visitare il Museo con i bambini è un’esperienza unica. Qui di seguito trovate una serie di consigli, indicazioni e informazioni pratiche che vi possono essere utili.

Informazioni pratiche
passeggini possono entrare al Museo: l'ascensore permette di raggiungere i diversi piani del palazzo. Con i bambini più piccoli sono comodi anche marsupi e fasce.
Borse di grandi dimensioni devono essere lasciate negli armadietti del guardaroba.
servizi igienici sono situati al Piano Terra, al Primo Piano e nel Giardino Medievale e sono provvisti di fasciatoio e rialzino per il lavandino: consultate la mappa e chiedete al personale di sala.
Nelle sale del Museo si può allattare, ma non si possono consumare cibi e bevande che invece sono disponibili nella caffetteria (situata al Primo Piano), dove sono disponibili due seggioloni. 
Se invece non pensate di utilizzare il servizio di Caffetteria, è sempre meglio fare uno spuntino prima di entrare in Museo e iniziare la visita. 

Programmare la visita
Preparate i bambini a cosa vedranno nel Museo: sculture, dipinti, oggetti della vita quotidiana, ma anche oggetti curiosi e dalle forme insolite; sale di diverse forme e dimensioni, affreschi e scale di tutti i tipi (dallo scalone monumentale alle ripide e attorcigliate scale a chiocciola).
Visitate con loro il sito web del Museo in modo da prendere confidenza con gli oggetti che troveranno durante la visita (possono essere utili i materiali che trovate nella sezione “Le Collezioni”, sottosezione “Capolavori”). 

Ricordate ai vostri bambini come muoversi in un Museo: spiegate che non si possono toccare le opere perché potrebbero rovinarsi. Fate capire che le nostre mani, anche quando sono pulite, hanno una sostanza grassa naturale che può lasciare tracce su questi oggetti: proprio per questo motivo le persone che lavorano nel Museo quando devono toccare le opere indossano sempre un bel paio di guanti. Ricordate che nel Museo non si corre e che non bisogna allontanarsi dall’adulto accompagnatore. 

Avvertite i bambini che in caso di bisogno possono rivolgersi al personale di sala riconoscibile dal cartellino.

Tempistiche
Il mattino è il momento migliore per effettuare la visita perché i bambini sono più riposati. State attenti a non esagerare con la durata della visita: a seconda dell’età dei vostri bambini la visita potrà durare tra i 30 minuti e l’ora e mezza. Ricordate di effettuare delle pause lungo il percorso. 
Nel Museo ci sono varie panche, ma potete anche riposarvi nella luminosa Veranda Sud o concedervi una pausa golosa in Caffetteria.

Risorse in Museo
Pieghevoli con le informazioni relative alle attività per il pubblico (compresi i laboratori per le Famiglie) si trovano al banco del Guardaroba e in Biglietteria.
Al primo piano, nella Camera delle Guardie, è presente lo Spazio Famiglie, un tavolo con libri per l'infanzia, giochi e materiali che invitano a scoprire l'arte e il mondo dei colori. In alcuni periodi (in occasione di festività o mostre temporanee) lo Spazio Famiglie propone attività creative che le famiglie possono svolgere autonomamente.
Nel corso dell’anno potete partecipare alle attività-laboratorioper le Famiglie che si organizzano con cadenza mensile. 

Si può anche prenotare una visita guidata a pagamento nella data che preferite telefonando allo 011-5211788. 
Potete scaricare il Quizzino, un percorso di scoperta in forma di domanda e risposta, clicca qui per scaricare il pdf.

L’audioguida per bambini si può noleggiare all’ingresso del Museo (€ 4,00): il percorso propone le stesse opere dell’audioguida adulti ma con un linguaggio e un approccio che asseconda le necessità dei bambini.E’ anche disponibile l’audioguida per non vedenti. E’ possibile prenotare la visita guidata e il percorso tattile per disabili visivi telefonando con qualche giorno di anticipo (tel. 011-5211788).

Scoprire insieme L’arte
Prima di entrare nel Palazzo soffermatevi un momento sull’architettura dell’edificio e sulla piazza. “Cosa ti colpisce della facciata? Cosa ti ricorda?”. 
Nell’atrio “Quali sono le differenze rispetto agli edifici in cui normalmente viviamo?”.
Impostate la vostra visita seguendo un tema che possa interessare i bambini: ad esempio personaggi, animali, creature fantastiche, elementi naturali. Andate quindi alla ricerca di quelle opere che presentino il tema scelto.

Guardiamo insieme! Fate domande ai vostri bambini mentre osservate le opere. “Cosa vedi?”, “A cosa/chi assomiglia?”. A seconda dell’età potete chiedere ai vostri bambini di riconoscere i colori, descrivere quali elementi sono inseriti nella composizione, o elencare i materiali che l’artista ha usato, o cercare di capire a cosa serve un certo oggetto.

Incoraggiate i bambini a usare l’immaginazione. “Cosa potresti vedere, annusare, toccare o sentire se tu fossi dentro all’opera?”. Provate ad assumere le posizioni dei personaggi o delle figure rappresentate in modo da "entrare" nell'opera.

Leggete la didascalia vicino all’opera. Il titolo rispecchia quello che hai visto? In alternativa che titolo gli daresti? Perché?

Osserviamo da vicino e da lontano. Provate a guardare l’opera da diversi posizioni. A seconda della distanza cosa riesci a vedere? Cosa cambia?

Portate matite e fogli di carta e proponete ai bambini di fare qualche disegno delle opere viste e degli spazi visitati. Potete anche provare a far scrivere una poesia o inventare una storia. Lo spazio della Veranda Sud potrebbe essere il luogo ideale per fermarsi, riprendere fiato… e creare!

Una volta usciti dal Museo, fate il giro intorno al Palazzo per vedere l’esterno del castello medievale. Ci sono molte differenze rispetto alla facciata?

Una volta tornati a casa…
In Museo si possono fotografare le opere (senza il flash e cavalletto): provate a fare una galleria delle opere che vi sono piaciute di più e a confrontare le scelte di ognuno.

Provate a pensare una mostra con gli oggetti che avete in casa o con la vostra collezione di figurine, pietre, conchiglie…