SCUOLA SECONDARIA I e II grado | Palazzo Madama
Scuole

SCUOLA SECONDARIA I e II grado

ALLA SCOPERTA DEL PALAZZO
Il percorso esplorativo del Palazzo e delle collezioni del Museo Civico, prende il via dalla Corte Medievale e dai minuziosi disegni architettonici e ed urbanistici realizzati da Francesco Corni  che offriranno gli strumenti per orientarsi nel tempo e nello spazio. I ragazzi saranno coinvolti nella scoperta delle torri romane e medievali, del cerimoniale delle Madame Reali, delle principali opere d’arte anche attraverso un taccuino dell’esploratore arricchito di mappe e immagini storiche che aiuteranno a osservare  e confrontare le differenze o le analogie esistenti tra i vari livelli dell’edificio.

SOTTOSOPRA
Un viaggio che inizia sotto i nostri piedi, dagli scavi archeologici, per scoprire la storia della città e del territorio attraverso le fasi di  costruzione di Palazzo Madama, edificio che ha accompagnato la storia di Torino nel corso di 2000 anni, dal I secolo d. C. a oggi. Come una persona con l’età cresce e si trasforma, così  l’edificio con il tempo, è stato  ampliato, ha cambiato aspetto e funzione: da porta della città in epoca romana, è diventato castello, residenza, sede del Senato, edificio pubblico e infine museo. Questi e altri cambiamenti hanno permesso al palazzo di mantenere un ruolo cruciale all’interno della comunità cittadina, ma hanno lasciato tracce visibili che aiuteranno a comprenderne la complessa stratificazione.
Il video è provvisto di traduzione in LIS Lingua dei Segni Italiana, realizzata dall’Istituto dei Sordi di Torino
L’attività è disponibile anche IN ONDA, IN CLASSE
Guarda il trailer: https://inonda.fondazionetorinomusei.it/didattica/sottosopra/

BLU E ORO
Dalla predilezione del Medioevo per il colore il percorso conduce alla scoperta di un capolavoro dell’oreficeria gotica del 1200: lo scrigno appartenuto all’ecclesiastico Guala Bicchieri. Un oggetto in cui sono ancora presenti l’immaginazione sfrenata di mostri e creature fantastiche e la quotidianità del lavoro – tipici del romanico – dove entrano in scena l’eroismo e i sentimenti amorosi della poesia cavalleresca. A tenere insieme queste due visioni del mondo i colori che indicano al tempo stesso il cielo e la regalità: il blu e l’oro.
L’attività è disponibile anche IN ONDA, IN CLASSE
Guarda il trailer: https://inonda.fondazionetorinomusei.it/didattica/blu-e-oro-i-colori-del-gotico/

SIAMO LA NOSTRA OMBRA?
Un percorso per provare a utilizzare l’arte come momento di conoscenza di sé: una serie di ritratti di epoche diverse introducono ai cambiamenti avvenuti nel modo di rappresentare la figura umana nel corso dei secoli. Dal racconto di Plinio il Vecchio su come dal contorno di un’ombra  nasca il ritratto, ai profili che compaiono su monete, sigilli e negli altari medievali fino al ritratto a mezzo busto e di tre quarti con il misterioso uomo raffigurato da Antonello da Messina. Si prosegue con il ritratto celebrativo di grandi dimensioni dei sovrani dell’Ancien Régime, per terminare con il gusto intimo e borghese che caratterizza le preziose miniature di Sette e Ottocento, più vicino alla nostra quotidiana esperienza di fotografi in erba.
L’attività si conclude con un laboratorio in cui gli studenti si cimenteranno nella realizzazione di un ritratto assecondando i diversi stimoli ricevuti durante il percorso.
L’attività è disponibile anche IN ONDA, IN CLASSE
Guarda il trailer: https://inonda.fondazionetorinomusei.it/didattica/noi-siamo-la-nostra-ombra/

MEDITERRANEA
Attraverso le collezioni ceramiche di Palazzo Madama il percorso presenta uno dei più chiari esempi in cui le civiltà del Mediterraneo e del Medio Oriente hanno prodotto eccezionali creazioni artistiche frutto di un costante scambio di oggetti, di motivi decorativi e di tecniche. L’abilità di conferire al vasellame effetti metallici passa nel corso del Medioevo dalla Persia alla penisola iberica, e di qui in Italia per conquistare il Rinascimento italiano che porterà anche nella ceramica una nuova raffinatezza. Il Mar Mediterraneo, più che una barriera d’acqua, è stato e continua a essere un punto di incontro.
L’attività è disponibile anche IN ONDA e IN CLASSE.
Guarda il trailer: https://inonda.fondazionetorinomusei.it/didattica/mediterranea-2/

NATURALMENTE
Per rendere visibili alcuni concetti astratti, come purezza, speranza o forza, si ricorre sovente al mondo vegetale. Dall’hortus conclusus dipinto nel 1527 da Ambrosius Benson alla Fritillaria Imperialis scelta da Maria Giovanna Battista, i ragazzi scopriranno molti esempi di piante a cui è stato associato un valore simbolico, evocativo di qualità umane e divine e saranno chiamati a descrivere il proprio carattere utilizzando un campionario di elementi vegetali avviando una riflessione sul proprio essere e apparire.
L’attività è disponibile anche IN ONDA, IN CLASSE
Guarda il trailer: https://inonda.fondazionetorinomusei.it/didattica/i-musei-naturalmente/

VORTICI DI IDEE
Un percorso interdisciplinare tra arte, geometria e biologia alla scoperta della spirale: adottata dall’uomo come motivo decorativo, su questa figura si impronta il processo di crescita di piante, conchiglie e addirittura galassie. Partendo dallo scalone juvarriano l’attività prevede momenti di osservazione, di disegno dal vero e di sperimentazione di alcune “macchine” per creare figure geometriche e comprendere il processo di passaggio dalla bidimensionalità della spirale alla tridimensionalità dell’elicoide, presente nelle scale a chiocciola del Palazzo.

NELL'ATELIER DELL'ARTISTA
Un percorso sulle tracce di Antoine de Lonhy, un artista poliedrico che fu pittore, miniatore, maestro di vetrate, scultore e autore di disegni per ricami, per scoprire quali conoscenze, tecniche, supporti e materiali servissero all’artista per creare i propri capolavori. In laboratorio i ragazzi sperimenteranno la preparazione dei colori con pigmenti e leganti naturali

IL GIARDINO BIOLOGICO
Per fare il giardiniere è necessario attuare correttamente e in modo naturale le tecniche di coltivazione. Questo percorso consente di mettere in pratica le principali nozioni e tecniche di giardinaggio in un contesto privilegiato quale il giardino storico di Palazzo Madama. È possibile abbinare al percorso uno o più laboratori dedicati a: potatura;  fertilizzazione e miglioramento del terreno;  difesa naturale dalle malattie.

 

MOSTRA TEMPORANEA

MARGHERITA DI SAVOIA. REGINA D'ITALIA  
13 ottobre 2022 -  30 gennaio 2023

PERCORSI GUIDATI - Le scuole potranno usufruire di un percorso gratuito alla mostra condotto da uno studente/studentessa del Liceo Regina Margherita dell’indirizzo scienze umane che accompagnerà la classe alla scoperta dei primi sessanta anni di vita del paese attraverso la personalità, il gusto e le scelte della prima regina d’Italia. La modalità di comunicazione tra pari permetterà inoltre agli studenti della secondaria di I grado di verificare con mano possibili futuri percorsi formativi, dalle scienze umane alle lingue straniere. La classe del linguistico Esabac proporrà la visita in lingua inglese.
Prenotazione obbligatoria: 0114429629 o madamadidattica@fondazionetorinomusei.it  

CONCERTI - Nello spazio aulico della Sala Feste di Palazzo Madama le classi quinte della sezione musicale del Liceo C. Cavour di Torino offriranno agli studenti e studentesse degli indirizzi musicali presenti nelle scuole secondarie di I grado un concerto di musica da camera, genere molto amato dalla regina Margherita, che si impegnò molto per la sua riscoperta e divulgazione.
Per conoscere il calendario dei concerti e prenotare: 0114429629 o madamadidattica@fondazionetorinomusei.it;  

 

PCTO e PROGETTI SPECIALI 

Museo è - PCTO
La proposta di PCTO offrirà agli studenti un dialogo con chi lavora all’interno del museo per comprendere le molteplici sfaccettature professionali presenti all’interno di una istituzione culturale:  a un modulo introduttivo di due ore circa dedicato alla storia del palazzo e al concetto di stratificazione, l’insegnante potrà aggiungere a seconda del curriculum della classe i seguenti approfondimenti (di due incontri ciascuno): 
-Turistico: il sistema museale in Italia e il pubblico del museo;
-Artistico: quali tappe per ideare e allestire un percorso espositivo;
-Psico-pedagogico: la didattica museale, strumenti e bisogni educativi.
-Articolo 9. Costituzione, cultura e patrimonio.
A seconda della situazione epidemiologica è possibile prevedere un incontro in museo. Il progetto può essere condotto secondo diverse modalità integrate che prevedono attività in museo, in
Didattica a Distanza e in classe. Durante gli incontri si alterneranno momenti frontali/ esplicativi a momenti di classe capovolta, secondo il modello della Problem Based Learning Flipped
Classroom. Tra un incontro e l’altro saranno assegnate consegne da svolgere in autonomia e da riportare alla classe che varranno come ore PCTO.
Per costi e organizzazione contattare madamadidattica@fondazionetorinomusei.it

IL VIAGGIO     -progetto speciale: modalità, tariffe e numero di incontri da concordare-
Fermiamoci ad osservare gli oggetti attorno a noi: dentro ognuno di essi c’è la storia di persone e paesi, c’è la conoscenza dei materiali, la loro ricerca e lavorazione, c’è la cultura, la lingua, la religione... . Sculture e dipinti, mosaici e gioielli, strumenti scientifici e oggetti d’uso sono testimoni dello spostamento e diffusione di persone, idee, conoscenze, materiali e permettono di riflettere sul mondo inteso come spazio, ambiente, che ognuno di noi fa proprio, giorno dopo giorno, attraverso esperienze individuali e collettive per scoprire come al mondo ci siano tanti mondi quanti sono i punti di vista.

STORIE DI CARTA E DI PERGAMENA     -progetto speciale: modalità, tariffe e numero di incontri da concordare-
Il libro è certamente l’oggetto-icona del Medioevo: Palazzo Madama ne racconta un pezzo di storia attraverso i codici raffigurati in alcuni dipinti, il leggio del coro di Staffarda, su cui poggiavano grandi antifonari, la raccolta di legature, la raccolta di manoscritti e miniature tra i quali l’eccezionale Libro d’Ore decorato dal fiammingo Jan van Eyck. Il progetto permette di soffermarsi su alcuni elementi particolari del libro, soprattutto relativi alla decorazione. In un continuo confronto tra il libro antico e il libro di oggi.

 

_______________________________________________________

INFO  tel. 011 4429629  (da lunedì a venerdì, orario 9,30-13 e 14-16) 
madamadidattica@fondazionetorinomusei.it 

 

 

Potrebbe interessarti anche...