draghi; cani di Fo; figure di cinesi; pagode; uccelli | Palazzo Madama
Collezioni

draghi; cani di Fo; figure di cinesi; pagode; uccelli

Autore
Manifattura di Vienna
Soggetto
draghi; cani di Fo; figure di cinesi; pagode; uccelli
Anno
1725
Dimensioni
Altezza 42 cm
Materiale e Tecnica
porcellana dipinta
Inventario
2674/C
Definizione
portaorologio
Completezza informazioni
100%

La Manifattura Imperiale di Vienna fu fondata nel 1717 da Claudius Innocentius Du Paquier, impiegato del ministero della guerra austriaco, con l'aiuto dell'arcanista Samuel Stölzl e del decoratore Christoph Hunger, ambedue provenienti da Meissen. Le difficoltà finanziarie, dovute tra l'altro a problemi di rifornimento delle materie prime, costrinse nel 1744 Du Paquier, allo scadere della licenza imperiale, a vendere la fabbrica allo stato. La produzione di questi primo periodo, di gusto barocco o imitazione orientale su influenza di Meissen, è molto rara; il Museo ne possiede un nucleo importante di più di 50 pezzi, in gran parte giunti nel 1874 con il lascito del marchese Emanuele d'Azeglio, che della porcellana Du Paquier fu precoce conoscitore e collezionista.
L'orologio, una delle rare opere datate della manifattura Du Paquier, rimanda al gusto dell'esotismo diffuso in quegli anni nelle corti europee e attestato a Torino nel Gabinetto Cinese juvarriano a Palazzo Reale, a Villa della Regina e a Stupinigi.
Gli elementi a rilievo - draghi, leoni, figure di cinesini e foglie di acanto - fanno parte del repertorio abituale della manifattura che si ritrovano, variamente combinati, in altre opere.

Racconta la tua storia
+

Le Vostre Storie

Condividi la tua esperienza e raccontaci le curiosità, gli aneddoti e le emozioni che ti legano a quest'opera.

Bibliografia
Mallé L., Palazzo Madama in Torino. Le collezioni d'arte, Tipografia Torinese Editrice 1970, v. II, pp. 312, 492
Soffiantino M.P., in Il Tesoro della Città. Opere d'arte e oggetti preziosi da Palazzo Madama, catalogo della mostra (Stupinigi), a cura di S. Pettenati e G. Romano, Torino 1996, p. 110
Sturm-Bednarczyk E., Claudius Innocentius du Paquier. Wiener Porzellan der Fruhzeit 1718-1744, 1994, pp. 118-119 n. 135
Museo Civico di Torino. Sezione Arte Antica. Cento tavole riproducenti circa 700 oggetti pubblicate per cura della Direzione del Museo,
, Palazzo Madama. Guida breve, Fondazione Torino Musei 2010, p. 80
Palazzo Madama. Guida, Editris duemila 2011, p. 142
Le ceramiche di Palazzo Madama. Guida alla collezione,
Emanuele d'Azeglio e le ricerche sulla porcellana veneta, p. 57
Pettenati S., La porcellana tra Cina ed Europa, in I tesori d'arte del palazzo imperiale di Shenyang, catalogo della mostra (Stupinigi, 1989-1990), a cura di, p. 422
Fired by Passion. Vienna Baroque Porcelain of Claudius Innocentius Du Paquier, v. III, p. 1328
Du Paquier in Turin, p. 64