Madonna con bambino; Crocifissione; sant'Orsola; sant'Eulalia; san Giovanni Battista; san Giulio | Palazzo Madama
Collezioni

Madonna con bambino; Crocifissione; sant'Orsola; sant'Eulalia; san Giovanni Battista; san Giulio

Autore
Grammorseo Pietro
Soggetto
Madonna con bambino; Crocifissione; sant'Orsola; sant'Eulalia; san Giovanni Battista; san Giulio
Anno
c. 1525
Dimensioni
Altezza 178,5 cm
Larghezza 57 cm
Materiale e Tecnica
olio su tavola; tempera su tavola
Inventario
0460/D
Definizione
dipinto
Completezza informazioni
100%

Il polittico, all'inizio del XIX secolo, fu trovato in gran parte smontato nella chiesa di Santa Maria Nuova di Asti, e qui venne fotografato da Secondo Pia (S. Baiocco, 1996, fig. p. 316). Quando entrò nelle collezioni del Museo Civico fu erroneamente dato come proveniente dalla chiesa di Sant'Eulalia di Asti (L. Mallé, 1963, p. 91). Le ricerche degli ultimi anni hanno permesso di stabilire che la collocazione originaria dell'opera era l'altare dei Santi Giulio e Orsola nella cattedrale astigiana, fondato da Maria Balbi nel 1521, sicuro termine post quem per la realizzazione del dipinto. L'altare in questione fu demolito alla fine del '500 e il polittico fu trasferito in sacrestia, dove è segnalato in una visita pastorale del 1638 (S. Baiocco, 1991-1992, pp. 138-153).
Avanzata da Testori e poi resa pubblica da A. Griseri (1956), l'attribuzione al flandro-casalese Pietro Grammorseo, uno degli artisti più moderni e inventivi del Rinascimento piemontesi, è stata accettata dalla critica posteriore; tuttavia le differenze di stesura pittorica emerse dopo la pulitura suggeriscono che il dipinto sia frutto della collaborazione tra due artisti: Romano (1970, 1987) e Passoni (1987) propongono di ricondurre le solide figure del Battista e di san Giulio a Gandolfino da Roreto, protagonista sulla scena astigiana nei decenni a cavallo tra XV e XVI secolo.

Racconta la tua storia
+

Le Vostre Storie

Condividi la tua esperienza e raccontaci le curiosità, gli aneddoti e le emozioni che ti legano a quest'opera.

Bibliografia
Mallé L., Palazzo Madama in Torino. Le collezioni d'arte, Tipografia Torinese Editrice 1970, p. 64
Baiocco S., Primitivi piemontesi nei Musei di Torino. Tra Liguria e Lombardia, 1996, pp. 317-322
Baiocco S., Gandolfino da Roreto e il Rinascimento nel Piemonte meridionale. Profilo di Gandolfino da Roreto, 1998, pp. 261-262
Cabutti L., Mallé L., Palazzo Madama in Torino. Museo Civico d' Arte Antica, 1976, p. 36
Il catalogo dei dipinti del Museo d'Arte Antica, p. 582
Passoni R., La pittura in Italia. Il Quattrocento. Il Quattrocento in Piemonte, 1987, pp. 31-52
Passoni R., Piemontesi e lombardi tra Quattrocento e Cinquecento, 1989, p. 71
Romano G., Casalesi del Cinquecento. L'avvento del manierismo in una città padana, 1970, pp. 35-36
Romano G., Archivi e cultura in Asti. Una pala del Cinquecento per Asti, 1971, p. 60 nota 12
Romano G., Atti del Quarto Congresso di Antichità e d'Arte. Orientamenti della pittura casalese da G.M. Spanzotti alla fine del Cinquecento Casalese, 1974, p. 299
Romano G., Bollettino d'Arte. Un "Battesimo di Cristo" di Pietro Grammorseo, 1987, n. 43, pp. 109-116, p. 115, n. 9
Mallé L., Museo Civico d'Arte Antica. I dipinti, 1963, p. 91
Baiocco S., Il Tesoro della Città, Allemandi 1996, p. 25
Mallé L., Le arti figurative in Piemonte, dalla preistoria al Cinquecento, Riv-Skf off. Villar Peruja [1973], p. 170
Baiocco S., Gandolfino da Roreto e il Rinascimento nel Piemonte meridionale. Repertorio delle opere di Gandolfino da Roreto, 1998, p. 315 n. 47
Baiocco S., Dizionario biografico degli italiani. Gandolfino da Roreto, 1999, v. 52 pp. 182-183
Griseri A., Gaudenzio Ferrari. I Gaudenziani, 1956, p. 74
Mallé L., Bollettino della Società Piemontese di Archeologia e Belle Arti. Contributo alla conoscenza del Grammorseo, 1960-1961, n.s., pp. 12-14
Gabrielli N., Galleria Sabauda. Maestri Italiani, 1971, p. 141
Dizionario enciclopedico Bolaffi dei pittori e degli incisori italiani dall'XI al XX secolo. Grammorseo, Pietro, 1974, v. VI p. 134
Barelli C., La pittura in Italia. Il Cinquecento. Grammorseo, Pietro, 1988, v. II p. 736
Baiocco S., Cultura figurativa astigiana tra Quattro e primo Cinquecento, tesi di laurea in Storia dell'Arte Medioevale, Università degli Studi di Torino, Facoltà di Lettere e Filosofia, relatore G. Romano a.a. 1991-1992, 1991-1992, pp. 138-153
Spantigati C.E., Restauri in Piemonte, 1997, p. 70
Baiocco S., Acquisizioni e restauri 1992-2000, 2000, p. 57
Baiocco S., Dizionario biografico degli italiani. Grammorseo, Pietro, 2002, p. 411
Il Museo Civico di Arte Antica di Torino. Opere scelte, p. 31
Palazzo Madama. Guida, Editris duemila 2011, p. 72