otarda | Palazzo Madama
Collezioni

otarda

Autore
Kirchner Johann Gottlob
Soggetto
otarda
Anno
1732
Dimensioni
Altezza 84 cm
Materiale e Tecnica
porcellana
Inventario
3425/C
Definizione
scultura
Completezza informazioni
100%

Assieme all'otarda (3425/C) e al leopardo (3426/C), la lupa coi suoi lupacchiotti fa parte della serie di animali a grandezza naturale modellati a Meissen da Johann Gottlieb Kirchner (attivo 1727-28, 1730-33) e Johann Joachim Kändler (attivo 1731-1775) per Augusto il Forte, principe elettore di Sassonia. Destinati a occupare la galleria al primo piano del Palazzo Giapponese di Dresda, questi animali, riprodotti con eccezionale realismo, documentano da una parte la passione per la porcellana, dall'altra gli interessi naturalistici del sovrano. Infatti, il castello di caccia di Moritzburg era circondato da stalle e serragli dove vivevano animali di ogni specie e le collezioni della residenza di Dresda (lo “Zwinger”) comprendevano un vasto assortimento di reperti zoomorfi e di animali domestici ed esotici impagliati, dai quali gli artisti di Meissen poterono trarre i loro modelli. L'abilità dei modellatori fu di cogliere anche l'atteggiamento caratteristico di ogni animale e il naturalismo del movimento.
Negli archivi della manifattura di Meissen si conservano i registri con gli elenchi dei pezzi ordinati per il Palazzo Giapponese: la scimmia fu modellata da Kändler nel 1731; il leopardo e l'otarda da Kirchner nel 1732-1733; l'avvoltoio da Kändler nel 1734 e la lupa dal medesimo nel 1735.
Gli esemplari in Museo, acquistati tra 1954 e 1961 sul mercato antiquario, provengono dalla vendita effettuata nell'800 degli esemplari doppi esistenti a Dresda.

Racconta la tua storia
+

Le Vostre Storie

Condividi la tua esperienza e raccontaci le curiosità, gli aneddoti e le emozioni che ti legano a quest'opera.

Bibliografia
Mallé L., Palazzo Madama in Torino. Le collezioni d'arte, Tipografia Torinese Editrice 1970, p. 310
Soffiantino M. P., Porcellane di Meissen del Museo Civico d' Arte Antica di Torino, in I Fragili Lussi. Porcellane di Meissen da musei e collezioni italiane., a cura di A. d' Agliano A e L. Melegati, Torino 2001, p. 33, nota 36 a p. 37
Albiker C., Die Meissner Porzellantiere im 18. Jahrhundert, 1959, p. 10
Le ceramiche di Palazzo Madama. Guida alla collezione,