Ritratto d'Uomo di Antonello da Messina | Palazzo Madama
Ritratto d'uomo

Ritratto d'Uomo di Antonello da Messina

contributo di marco tedesco / 15 Dicembre 2015

Basandoci sulle ipotesi di datazione proposte potrebbe trattarsi di un uomo veneziano, cosi come potrebbe essere allo stesso tempo un uomo siciliano. Ciò che però rende unico questo dipinto è che Antonello ci mostra un uomo dela seconda metà del Quattrocento, vestito secondo la costumanza dell'epoca, avvolto nel buio dei suoi pensieri. Questo aspetto è simboleggiato dal fondo nero, elemento che anticipa una delle caratteristiche fndamentali dell'arte di Caravaggio, in cui però il fondo nero non rappresenterà più il pensiero in cui l'uomo è assorto ma il mondo delle tenebre dal quale l'uomo viene assalito. L'elemento del fondo nero è una delle influenze fiamminghe che si riscontrano nella pittura di Antonello: ritroviamo il fondo nero infatti nel Tymotheos di Jan Van Eyck del 1432 oggi alla National Gallery di Londra, dipinto al quale Antonello si Ispirò per la composizione del Ritratto d'Uomo