Bookshop | Palazzo Madama
Servizi al pubblico

Bookshop

Palazzo Madama, piano terra, accesso libero
aperto tutti i giorni ore 10-18;
chiuso il martedì
In caso di eventi straordinari, notti bianche, festività, gli orari possono subire variazioni. Controlla la sezione news per gli ultimi aggiornamenti
e-mail: bookshopmadamato@silvanaeditoriale.it
tel. +39.011.530687

La libreria è collocata nella zona di libero accesso, nei pressi dell'uscita del museo, in una sala che nel vecchio museo ospitava l'ufficio del direttore. Si tratta di uno spazio specializzato nel settore delle edizioni d'arte, dove è possibile acquistare i cataloghi e le pubblicazioni del museo (atti di convegni, mostre, monografie, guide alle collezioni) dagli anni Sessanta a oggi. La libreria propone inoltre un'ampia selezione di libri italiani e stranieri, che presentano un particolare legame con le collezioni del museo e con la storia artistica di Torino e del Piemonte, e che forniscono imprescindibili strumenti di ricerca e di approfondimento (in molti casi si tratta di pubblicazioni oramai introvabili sul mercato librario tradizionale). Una sezione importante è quella destinata al pubblico infantile che troverà nella libreria un luogo di riferimento e un catalogo costantemente aggiornato, con pubblicazioni italiane e straniere di riconosciuto valore pedagogico.
Nella libreria si possono inoltre acquistare magneti, biglietti di auguri, cartoline, matite, candele, giochi infantili personalizzati con le immagini del Museo.

CRISTALLI DI LUCE
Il grande lampadario in cristallo di Murano (m 3,50 di altezza x m 2,40 di diametro), risale al 1920 circa e venne acquistato nel 1927 per la sala “degli Stucchi” (oggi Camera delle Guardie). L’opera ripropone un modello settecentesco denominato “Rezzonico” in omaggio al capostipite della serie, un lampadario ideato e realizzato da Giuseppe Briati (Murano 1686 - Venezia 1772) per il palazzo che la famiglia Rezzonico possedeva a Venezia sul Canal Grande. Il lampadario di Palazzo Madama, con i suoi 46 lumi, segue il modello Rezzonico nell’architettura a bracci portanti senza fusto centrale. La struttura metallica è rivestita da elementi in vetro soffiato e dorato: i singoli pezzi sono realizzati in vetro a “rigadin”, ossia con striature longitudinali o spiroidali, intervallati da elementi di congiunzione rigonfi; in alto, un coronamento di fiori e foglie.
Il lampadario, smontato nel 2003, è stato rimontato nel 2007 in Libreria seguendo varie fasi di lavoro: 
-         inventario e rilevazione fotografica
-         pulitura e analisi tecnica dello stato di conservazione
-         ripristino delle stuccature in gesso nei bicchierini di supporto
-         premontaggio delle dorsali
-         cablatura a norma di legge